fotona night lase

Risponde il Dott. Rudi Zanchetta, Direttore Sanitario dello Studio dentistico Zanchetta di Orbassano.

Cos’è la parodontite?

Come già definito in un articolo precedente, la parodontite è un’infiammazione delle gengive, causata spesso da una cattiva igiene orale, che provoca sanguinamento. Si tratta di un’infiammazione degenerativa del parodonto, ovvero dell’insieme dei tessuti di sostegno dei denti (gengive, ed osso alveolare), che è molto più diffusa di quanto si pensi. Generalmente colpisce gli adulti tra i 30 e 40 anni. Essa si manifesta, oltre che, come detto, in seguito ad una scarsa igiene orale, anche per a causa di fumo, placca batterica o per predisposizione genetica.

Cos’è la piorrea?

Piorrea è un termine diffuso per indicare quella che dal punto di vista clinico è definita parodontite. In pratica, piorrea e parodontite sono la stessa patologia.

Per la cura della parodontite il laser funziona?

Si, il laser per la parodontite (o cura laser della piorrea) rappresenta la cura meno invasiva e più efficace per combattere questa infiammazione orale, in alternativa al trattamento classico.

Quando la patologia è allo stadio iniziale, generalmente, il procedimento consiste nella rimozione dei batteri dalle tasche gengivali, ovvero si esegue una pulizia profonda, per eliminare gli agenti eziologici.

Nei casi più seri, quando si evidenziano sacche profonde, si procede chirurgicamente in anestesia locale, eliminando il tartaro, i tessuti infetti e il cemento molle, e poi si esegue la levigatura delle radici.

In alternativa a quanto appena descritto, la parodontite può essere curata mediante laser per parodontite, una strumentazione medica di ultima generazione che nel mio studio utilizziamo da tempo con ottimi risultati.

Come funziona il laser per la parodontite?

Il laser per la parodontite maneggiato dal dentista emette fasci di luce che rimuovono gli strati delle gengive che si ritirano, creando così un sigillo che impedirà ai batteri di depositarsi all’interno del parodonto (ciò che circonda il dente). Il laser ha anche la capacità di mantenere e rigenerare l’insieme delle strutture che sorreggono il dente, che è il motivo per il quale lo stesso laser è utile a noi dentisti anche per altri trattamenti della bocca.

Quali sono i benefici del laser per la parodontite?

La cura laser della parodontite (o piorrea) ha numerosi benefici:

  1. Premesso che i pazienti con gengivite o parodontite soffrono di sanguinamenti che a volte possono risultare gravi, il laser per la parodontite assicura l’eliminazione completa dei batteri, riducendo sanguinamento, dolore e gonfiore.
  2. La cura laser della piorrea garantisce tempi di guarigione ridotti rispetto ad altre pratiche, perché causa solo lievi micro-traumi a denti e gengive. Infatti, il dentista può regolare la capacità del raggio laser in base alle specifiche esigenze del paziente, quindi in base alla gravità della malattia parodontale.
  3. Il laser è uno strumento molto preciso e questa metodologia può essere usata anche per mantenere i denti sani in occasione di altri trattamenti, come, per esempio, mentre si rimuovono carie, più o meno gravi.

I laser per la parodontite / piorrea sono tutti uguali?

Non proprio! Molti dentisti propongono ancora il laser a diodi, ma, a mio giudizio, il risultato non è equiparabile ai nuovi sistemi; oggi esistono macchinari più evoluti (e ovviamente più costosi!). Nel mio Studio odontoiatrico utilizziamo un laser di ultima generazione, di cui vedete la foto sopra, che combina neodimio ad erbio, che pulisce la radice in modo più profondo e ha anche effetto biostimolante, cioè aiuta osso e gengiva a guarire prima e meglio!

Tutto parte da un’accurata valutazione del singolo caso

Se hai delle domande, il Dottor Rudi Zanchetta è la sua equipe sono a tua disposizione, chiama lo 011.9031029, scrivi a segreteria@dentistazanchetta.it oppure prenota un appuntamento e vieni a visitare il nostro nuovo Studio di Orbassano (TO) in via Caduti sul lavoro, 25 – 2° piano, dove ti mostreremo anche il nostro laser per parodontite.

Lascia un commento